SQUILIBRI ORMONALI sintomi, cause e rimedi

Scritto il 23/04/2021 Aggiornato il 06/07/2021  argomenti correlati: Disturbi femminili, OrmoniIntegratori per le donne

Squilibri ormonali sintomi. Riequilibrare gli ormoni femminili. Cosa disturba l’equilibrio ormonale di una donna? Integratori per equilibrio ormonale. Squilibrio ormonale sintomi e rimedi.

Per evitare che tu sottovaluti la situazione, come ho fatto io per lungo tempo, qui di seguito alcune situazioni che creano stress e quindi uno squilibrio ormonale che può essere surrenale, tiroideo, troppo testosterone, progesterone basso o una dominanza estrogenica.

Squilibri ormonali cause

Le principali cause di uno squilibrio ormonale sono da causate da uno o più di questi fattori:

  1. Mangiare poco, male, mangiare cibi NON nutrienti o che producono troppo estrogeno causa, nel tempo, uno squilibrio ormonale.
  2. Non dormire a sufficienza è forse uno dei fattori più sottovalutati ma che genera un forte squilibrio ormonale, se prolungato nel tempo. Lavorare su turni e lavorare di notte per una donna è doppiamente dannoso che per un uomo (io ho fatto entrambe le cose e ne ho pagato le conseguenze). Un eccesso di luce artificiale, la “luce blu” proveniente da PC, smartphone, tablet soprattutto se usati dopo le 21 creano uno squilibrio nell’asse sonno/veglia della melatonina/cortisolo.
  3. Assumere preparati ormonali, come la pillola anticoncezionale, sul lungo periodo possono creare delle carenze nutrizionali e squilibri ormonali.
  4. Fumare per una donna è dannoso. L’organismo consuma molta vitamina C per neutralizzare i radicali liberi introdotti attraverso il fumo di sigaretta. Il corpo ha bisogno della vitamina C per la produzione di collagene, proteina responsabile della guarigione e dell’elasticità della pelle. I surreni hanno bisogno di vitamina C. Quando le ghiandole surrenali sono indebolite, influenzano negativamente anche le ghiandole tiroidee, creando uno squilibrio ormonale.
  5. Praticare troppo sport rispetto alla propria forma fisica senza concedere tempo al fisico di recuperare crea infiammazione e può peggiorare un equilibrio ormonale già precario. Questo vale anche se lavori troppo senza riposare, fai un lavoro pesante per il tuo fisico e/o troppo logorante a livello mentale.

ATTENZIONE! Lo stress continuo, prolungato, porta a uno squilibrio ormonale con una riduzione della qualità della vita e della salute anche importanti, può aumentare il rischio di ipertensione, infarto o ictus ma anche portare a ciclo irregolare, dolori mestruali, mal di testa, nervosismo estremo, forte irritabilità


Squilibri ormonali sintomi

Questi sono alcuni dei segni premonitori di squilibrio ormonale:

  • Vertigini.
  • Dolori generali e fatica costante.
  • Problemi riproduttivi (non sei fertile, non riesci a rimanere incinta)
  • Mal di testa.
  • Dolore al seno prima del ciclo.
  • Sindrome premestruale
  • Dolori mestruali
  • Perdita di capelli/diradamento dei peli.
  • Sintomi di indigestione o reflusso acido.
  • Aumento o perdita di appetito.
  • Problemi a dormire: insonnia o dormire troppo (letargia).
  • Depressione o ansia o al contrario mente iperattiva.
  • Rabbia, irritabilità o irrequietezza, chiudersi in se stessa, pessimismo estremo.
  • Sentirsi sopraffatti, demotivati ​​o preoccupazione costante.
  • Problemi di memoria o di concentrazione.
  • Calo del rendimento lavorativo.
Squilibrio ormonale femminile

Riequilibrare gli ormoni femminili rimedi

Per riequilibrare gli ormoni femminili, puoi fare esercizi di respirazione, seguire una meditazione guidata su youtube, guardare una sitcom che ti fa molto ridere, favorire cibi a basso indice glicemico come merluzzo, pollo, tacchino, verdure… In aggiunta, puoi assumere delle sostanze naturali per favorire il processo di ri-equilibrio. Qui di seguito alcuni esempi:

  • Vitamine ed erbe per modulare l’asse estrogeno/progesterone in modo naturale.
  • Vitamina C – ottimo supporto per sostenere i surreni che tendono ad “esaurirsi” quando sotto stress per lungo tempo.
  • Magnesio – Un integratore di magnesio treonato unito al glicinato aiuta ad aumentare energia, senso di benessere e ridurre le cefalee da ciclo.
  • Melatonina – l’antagonista del cortisolo: se la sera sei troppo “attiva” probabilmente hai troppo cortisolo nel sangue che impedisce all’ormone del sonno di attivarsi.

Quanto tempo ci vuole per riequilibrare l’asse ormonale?

In generale, puoi aspettarti di vedere benefici in poche settimane e risultati completi entro tre-sei mesi. Ci vorrà del tempo per consentire al tuo corpo di bilanciare correttamente gli ormoni e accumulare le riserve esaurite di nutrienti. Vale la pena lavorare sul riequilibrio dell’asse ormonale per sentirsi di nuovo bene. Molto bene sia di fisico ma soprattutto di mente con una rinnovata voglia di fare, di creare e di condividere.

Ecco quello che ho fatto per riequilibrare l’asse ormonale:
  1. Preso consapevolezza dello squilibrio ormonale.
  2. Supportato il mio fisico debilitato e la mente stanca con integratori e/o superfood (in creazione una pagina dedicata) in modo da evitare di peggiorare la situazione e dove possibile cercare di ristabilire l’equilibrio e ridurre le carenze nutrizionali.
  3. Mantenere un peso sano è essenziale per stare bene. Le persone in sovrappeso tendono a produrre livelli più elevati di estrogeni, che possono causare uno squilibrio del progesterone.
  4. Introdotto delle lunghe passeggiate possibilmente nella natura (parchi, se vivi in città). In alternativa si può iscriversi a corsi di Yoga, Pilates, Meditazione (importante lavorare sulla respirazione).
  5. Regolato l’asse sonno-veglia per dormire meglio (si agisce sull’asse ormonale e i benefici sono evidenti). Le donne dovrebbero dormire almeno 7 ogni notte (di notte, non di mattina o pomeriggio). Un lusso per molte, lo so ma se proprio non si può dormire tanto, è bene lavorare per avere un “sonno profondo”.

Già applicando i punti elencati sopra, si ottengono molti benefici. Prova e mi saprai dire. Bene, spero tu abbia trovato degli spunti utili. Se hai altri metodi per riequilibrare l’asse ormonale, il modulo dei commenti è tutto tuo. Thanks!

Donne e ormoni

Approfondisci nella pagina dedicata ai disturbi che si possono avere quando l’asse ormonale non è in equilibrio:

NOTA: Se riconosci di essere vittima di un squilibri ormonali non sottovalutarli. Potresti chiedere aiuto a uno specialista, un endocrinologo o al tuo medico di base. Possono aiutarti a capire se i segni e i sintomi che stai riscontrando derivano da un problema fisico o se hai l’asse ormonale in tilt, un eccesso di cortisolo o una stanchezza surrenale. Tuttavia, potresti non avere nessun problema serio ma solo una disfunzione o carenze nutrizionali da verificare con esami del sangue.

Se trovi questo articolo utile, una condivisione è il modo migliore per farmelo sapere. Salvalo nei preferiti o condividilo con chi pensi ne abbia bisogno cliccando uno dei tasti che vedi qui sotto. Grazie! Continua la lettura con gli articoli correlati al tema interessato. ⤵️ 

ARTICOLI correlati A TEMA: Integratori per le donne

INTEGRATORI PER DISTURBI ORMONALI FEMMINILI

INTEGRATORI PER DONNE OVER 40-50 ANNI

DIETA ORMONALE ALIMENTI più INDICATI

Il contenuto di questa pagina è protetto dai diritti d'autore.