Migliori INTEGRATORI per EQUILIBRIO ORMONALE femminile

Scritto il 06/07/2021 Aggiornato il 25/09/2022  argomenti correlati: Integratori, Ormoniestrogeni, Integratori per le donne, Progesterone

I migliori integratori per equilibrio ormonale (sindrome premestruale, amenorrea, dismenorrea, pre-menopausa, menopausa, infertilità, parto…). Integratori naturali per regolarizzare il ciclo. Integratori ormonali femminili. Vitamine per equilibrio ormonale.

Carissime, in questa pagina aggiungerò gli integratori specifici per equilibrio ormonale, più utili per affrontare i disturbi femminili in ogni fase della nostra vita. (Ormoni impazziti avete i giorni contati!)

Qui di seguito elenco alcune sostanze naturali (erbe, vitamine e minerali) in grado di portare beneficio a noi donne che hanno una certa influenza ormonale senza però avere tutti gli effetti collaterali dei vari preparati ormonali sintetici. Integratori utili anche per chi prende la pillola anticoncezionale.

Leggi tutto, anche le recensioni dei prodotti menzionati, in modo che tu possa capire quale sostanza fa meglio per te e integrarla. Sono tutti integratori naturali, se si ha la costanza di prenderli per almeno 1 mese (meglio 3) già si dovrebbe capire se funzionano o meno. Attenzione solo se si hanno delle allergie a certe sostanze specifiche o se si prendono farmaci con cui possono interferire.

Integratori per equilibrio ormonale
Integratori per disturbi mestruali

Integratori per equilibrio ormonale

Per farti risparmiare tempo, ho cercato in rete degli integratori naturali che contenessero un mix di sostanze utili per modulare gli ormoni come vitamine del gruppo B (B9 e B6 in primis, maca, alchemilla, agnocasto, igname selvatico, Indolo-3-carbinolo, Calcio D gluconato, Actaea racemosa…). Personalmente ne ho testati diversi prima di trovare quello più idoneo per me.

L’integratore proposto dalla Vegavero, il cui nome parla chiaro: “Female balance“, è creato con diversi ingredienti che lavorano in sinergia per risolvere uno Squilibrio Ormonale e per supportare i normali cambiamenti ormonali femminili che affrontiamo di volta in volta. Gli ingredienti selezionati, lavorano insieme per riequilibrare l’asse ormonale (in primis modulando estrogeni e progesterone) in modo completamente naturale. In questo prodotto specifico, trovi le seguenti sostanze che ho studiato essere idonee per tale scopo:

  • Vitamina B9 (in forma metilfolata): una vitamina indispensabile per le donne di qualsiasi età. Nel periodo fertile è importante per la formazione dei globuli rossi quindi utile soprattutto alle donne con ciclo abbondante. In gravidanza è necessaria per evitare complicazioni al feto. In post-menopausa riduce l’omocisteina plasmatica, riduzione che comporta benefici sul sistema cardiocircolatorio. Inoltre, aiuta ad aumentare l’appetito nelle donne inappetenti e supporta la buona digestione.
  • L’Agnocasto ha un potere simile ai progestinici e viene spesso utilizzato per regolarizzare un ciclo irregolare o attenuare i disturbi della sindrome premestruale (PMS). Viene spesso prescritto dai ginecologi se, dopo l’interruzione della pillola anticoncezionale, si verificano delle irregolarità nel ciclo. L’agnocasto è anche indicato nella premenopausa per regolare le fluttuazioni ormonali che alterano il ciclo. In menopausa riduce alcuni dei sintomi più indesiderati, come irritabilità, palpitazioni ed eccessiva sudorazione.
  • Alchemilla (Alchemilla vulgaris) chiamato anticamente “mantello della donna” per il suo supporto benefico proprio al mondo femminile. Previene le carenze nutrizionali curando l’infiammazione della mucosa intestinale (causa principale di ogni disturbo). Pianta usata per alleviare numerosi disturbi ginecologici. Rinforza i muscoli uterini, è antispasmodico in caso di dolori mestruali, allevia la tensione mammaria, e, in caso di mestruazioni abbondanti, ha l’effetto di ridurle. Se hai il ciclo molto abbondante, consiglio di abbinare una tisana o preparato idroalcolico di alchemilla da prendere ogni giorno fino a che non vedi risultati.
  • La Maca è una pianta famosa per attenuare gli stati di ansia e depressione, viene utilizzata per riequilibrare il livello ormonale, grazie alla sua tendenza a modulare il livello di estrogeni. La Maca contiene flavonoidi, nonostante questo, NON aumenta gli estrogeni ma è considerato un “adattogeno ormonale”, il che significa che si adatterà alle esigenze del tuo corpo e ti aiuterà a produrre naturalmente i tuoi ormoni modulando l’eccesso o la carenza. Gli studi parlano di effetti terapeutici della maca utilizzata come alternativa non ormonale alla TOS (terapia ormonale sostitutiva) nelle donne in perimenopausa. [fonte]
integratore per progesterone
Integratori per squilibri ormonali

Lo trovi in vendita su Amazon Spedizione GRATUITA per ordini superiori a 29,00€ – Oltre alla descrizione, leggi le numerose recensioni su Amazon, lasciate dalle altre donne per vedere se il prodotto fa per te, basandoti sulle problematiche che hanno risolto.

In alternativa, valuta un’Integratore di zinco e magnesio, vitamina B6 nutrienti in grado di modulare l’asse ormonale in modo naturale.

Integratori per estrogeni alti

Per ridurre i livelli di estrogeni e regolare l’equilibrio ormonale con sostanze naturali puoi valutare l’integrazione di semplice indolo-3-carbinolo, sostanza contenuta nei broccoli ma ad un livello concentrato che aiuterebbe a ripristinare l’equilibrio ormonale in chi ha una dominanza estrogenica. In alternativa c’è un minerale presente in molti alimenti il Calcio D Glucarato: lo trovi in forma concentrata in vari integratori. Noi donne spesso siamo carenti anche di zinco, magnesio e vitamina B6: indispensabili per mantenere l’equilibrio ormonale e avere una maggiore energia.

L’Indolo-3-carbinolo e il calcio D glucorato, inibiscono la sintesi della proteina responsabile dell’aromatasi, cioè la conversione di testosterone in estrogeni, aumentando la concentrazione di testosterone nel sangue tanto basta per bilanciare gli estrogeni in eccesso.

Non pensare che il testosterone sia prerogativa degli uomini, anche noi donne ne abbiamo bisogno (della giusta dose): mantiene le ossa sane, ha un effetto neuroprotettivo, regola la libido ed è utile anche come “anti-age”, riduce il rischio di contrarre il morbo di Alzheimer, l’osteoporosi o la depressione, la perdita di capelli e di massa magra (muscolo)… Di contro alti livelli di testosterone possono causare la sindrome dell’ovaia policistico (PCOS), acne, forfora…

Se, oltre l’integratore, ti impegni a ridurre cibi che creano insulino-resistenza e cammini per almeno 30 minuti al giorno (camminare non correre), nel giro di un paio di mesi potresti notare dei benefici sia sul peso che sull’umore oltre che sulla dominanza estrogenica.

Cosa provoca un eccesso di estrogeni

Ricordo che un eccesso di estrogeni procura all’organismo uno stato di infiammazione costante. Un organismo infiammato ha il metabolismo rallentato. Se tu fossi una di quelle donne che vuole dimagrire, oltre che ridurre disturbi e dolori, sappi che finché avrai una dominanza estrogenica, sarà difficile farlo.

Da solo l’integratore non fa miracoli, sia chiaro, è un supporto al tuo nuovo stile di vita. L’eccesso di estrogeni, si può modulare benissimo con l’alimentazione, il movimento, con nutrienti per favorire una corretta ovulazione (in primis lo zinco) e quindi annessa produzione di progesterone.

Sottolineo l’importanza dello zinco per la dominanza estrogenica. Una carenza di Zinco aumenta l’aromatasi che ha sua volta consente la trasformazione di androgeni in estrogeni (trasforma il testosterone in estradiolo e l’androstenedione in estrone). Quindi valuta un secondo integratore contenente Zinco come il Neurobalance (o similare) di cui parlo sotto. I lignani contenuti nei semi di lino (da assumere macinati) ti aiuteranno a modulare gli estrogeni evitando la conversione degli androgeni. Integrali nella tua alimentazione.

Articolo correlato: estrogeni alti sintomi


Per le donne che soffrono di dolori durante il ciclo mestruale e i disturbi di menopausa

Progesterone naturale

L’igname selvatico (Wild Yam Dioscorea villosa) è considerato un progesterone naturale utile in caso di squilibri ormonali. Grazie alla presenza naturale di diosgenina questa pianta aiuta ha un’azione analgesica che aiuta a contrastare e attenuare i disturbi e i sintomi del ciclo mestruale (PMS) e della menopausa. È utile per ridurre le vampate di calore o i dolori mestruali.

Lo zinco lavora in sinergia per sostenere l’equilibrio ormonale (progesterone – estrogeni) e aiuta anche in caso di infertilità.

Ne parlo qui: Sintomi di carenza di progesterone.

Integratore per ovaio policistico

La sindrome dell’ovaio policistico è causata da uno squilibrio negli ormoni prodotti dall’ipofisi e nelle ovaie. Questo disturbo di solito si verifica quando un ormone chiamato LH o i livelli di insulina (dal pancreas) sono troppo alti, il che fa sì che le ovaie producano quantità eccessive di testosterone/androgeni. Chi ha l’ovaio policistico deve lavorare sulla dieta riducendo l’insulino-resistenza e gli androgeni che promuovono questa problematica.

Integratori specifici da valutare per questa condizione, PCOS e Ovaio Policistico, sono:

Per tenere sotto controllo i picchi di insulina sono utili sia l’inositolo nella forma myo-inositolo, o l’acido alfa lipoico e il Cromo (il cromo migliora la glicemia a digiuno).

Se a questi integratori affianchi una dieta a basso contenuto di carboidrati, cenare presto, entro le 19:30, riduzione dello stress e una semplice camminata di 30 minuti ogni giorno, puoi dire addio alle recidive.

Articoli correlati: acido alfa lipoico è così miracoloso?

Io avevo un ciclo dolorosissimo (da finire pure in ospedale qualche volta), parlo per esperienza. Da quando ho cambiato alimentazione eliminando i cibi insulinici, introdotto la camminata quotidiana, preso integratori di supporto, sto benissimo e dopo 20 anni di dolori mestruali, farmaci e patemi ora non prendo manco mezzo anti-dolorifico (ho acceso un cero per il miracolo!). Mi è rimasto il mal di testa mestruale… ma ci sto lavorando.

La dieta a basso indice glicemico è stata essenziale (valuta l’acquisto dei semi di lino che riduco i livelli di androgeni in modo naturale [fonte] – max 30 grammi al giorno macinati sopra i cibi). L’integratore (nel mio caso integratori) è stato un ottimo supporto per i primi mesi, insieme ai Probiotici per ridurre l’infiammazione intestinale. Si può risolvere definitivamente!


Integratori per equilibrio ormonale: per ciclo abbondante/Menorragia

La menorragia comprende anomalie ormonali, meccaniche e della coagulazione. Le cause ormonali includono: anovulazione (assenza dell’ovulazione quindi NON produci progesterone) e probabile ipotiroidismo. Le cause meccaniche includono in primis l’endometriosi e i fibromi. Le anomalie della coagulazione includono una carenza di vitamina K.

Per risolvere questa patologia che può affliggere le donne di tutte le età ma che può iniziare anche intorno ai 35 anni, è bene lavorare sulla dominanza estrogenica, sulla produzione di progesterone [Vedi capitolo dedicato] e su sostanze che riducono il flusso mestruale oltre che integrare i nutrienti persi.

Come già anticipato, l’alchemilla ha l’effetto di ridurre il flusso di sangue. Anche le crucifere hanno questo effetto (vedi integratori come l’Indolo-3-carbinolo).

  • Per la coagulazione valuta un integratore di Spirulina è un’ottima fonte di vitamine A, K1, K2 e B12, manganese e cromo. È ricca di ferro in una forma facile da digerire e facile da assorbire (ottimo se perdi molto sangue). Io l’ho preso come ricostituente, e confermo che mi ha ridotto il mestruo, già esiguo, per cui l’ho smesso e lo uso sporadicamente (in caso di herpes labiale in quanto contiene un aminoacido che lo contrasta, se lo prendi alle prime avvisaglie).

Valuta anche un multivitaminico contenente acido folico (B9), vitamina C, vitamina B12 che aiutano a costruire i globuli rossi, indispensabili in chi perde molto sangue durante le mestruazioni. La vitamina C favorisce l’assorbimento del ferro.

Integratori per equilibrio ormonale: sindrome premestruale e dolore al seno

Olio di enotera

L’olio di enotera è anch’esso indicato per favorire l’equilibrio ormonale delle donne, sia per ridurre i sintomi della Menopausa sia per chi soffre di sindrome premestruale, dermatite atopica, artrite reumatoide, dolore al seno associato al ciclo mestruale, sintomi della menopausa, diabete e malattie coronariche.

Leggi le recensioni per capire se trovi riscontro con la tua situazione: Olio di Enotera Spremuto a Freddo, con Vitamina E. Equilibrio Ormonale, Menopausa e Sindrome Premestruale.

Vitamine per equilibrio ormonale

La Vitamina B6 è indispensabile per metabolizzare ed espellere gli estrogeni. Se sospetti o hai certezza di avere una dominanza estrogenica, valuta di assumere un integratore di B6 oltre che ingerire alimenti ricchi di fibra (come l’avena integrale).

Devi sapere che questa vitamina è INDISPENSABILE per il fegato per metabolizzare ed espellere gli estrogeni. Attraverso queste vie metaboliche, la vitamina B6 aiuterà ad aumentare il progesterone e a ridurre la dominanza degli estrogeni. La B6 aiuta il corpo a produrre gli ormoni serotonina (che regola l’umore) e noradrenalina (che aiuta il corpo a far fronte allo stress) oltre che la melatonina, che è importante per aiutare a regolare e conciliare il sonno e ridurre significativamente l’ansia. Visto l’effetto calmante, meglio assumerla di sera, una o due ore prima di coricarsi.

Personalmente per un’azione sinergica mi sento di consigliare un integratore come “Neurobalance” che contiene anche zinco picolinato e magnesio citrato: minerali che solimante difettano a chi ha qualche disturbo ormonale.

Lo Zinco contribuisce a favorire la fertilità e al mantenimento dei normali livelli di testosterone nel sangue mentre il Magnesio supporta la regolazione dell’attività ormonale, il normale funzionamento del sistema nervoso, il metabolismo energetico e la riduzione del senso di stanchezza e affaticamento.

Trovi Neurobalance In vendita su Amazon


integratori naturali per regolarizzare il ciclo
Squilibri ormonali

Se trovo altri prodotti specifici, li aggiungerò a questa lista. Se ti sei trovata bene con uno di questi Integratori per equilibrio ormonale, segnalamelo pure nei commenti.

Squilibrio ormonale sintomi

Ecco un elenco di sintomi che possono essere correlati ad uno squilibrio ormonale:

  • Dolore al seno prima del ciclo
  • Sbalzi d’umore/sindrome premestruale
  • Ritenzione idrica
  • Ciclo mestruale irregolare
  • Aumento di peso, soprattutto intorno all’addome, fianchi e cosce.
  • Perdita di capelli
  • Umore nero con ansia o agitazione a volte possono sfociare anche in attacchi di panico.
  • Fatica
  • Metabolismo lento
  • Disfunzione della tiroide
  • Esaurimento/affaticamento surrenale
  • Mal di testa, emicrania
  • Allergie, tra cui asma, orticaria, eruzioni cutanee e congestione sinusale
  • Forti crampi mestruali
  • Mestruazioni lunghe, abbondanti e con tanti coaguli o di contro Amenorrea.
  • Dolori articolari e muscolari
  • Diminuzione della libido
  • Insonnia e sonno agitato
  • Occhi secchi
  • Fibroma uterino
  • Endometriosi o adenomiosi
  • Seno fibrocistico
  • Sindrome delle ovaio policistico
  • Fibromialgia
  • Infertilità o Aborti spontanei

Se trovi questo articolo utile, una condivisione è il modo migliore per farmelo sapere. Salvalo nei preferiti o condividilo con chi pensi ne abbia bisogno cliccando uno dei tasti che vedi qui sotto. Grazie! Continua la lettura con gli articoli correlati al tema interessato. ⤵️ 

ARTICOLI correlati A TEMA: estrogeni, Integratori per le donne, Progesterone

INTEGRATORI PER DISTURBI ORMONALI FEMMINILI

INTEGRATORI PER DONNE OVER 40-50 ANNI

DIETA ORMONALE ALIMENTI più INDICATI

Il contenuto di questa pagina è protetto dai diritti d'autore.